• Distance Instructions
Label

Sesto Calende-Turbigo

  • Distance 45.00 km
  • Time 1 h 30 min
  • Speed 0.0 km/h
  • Min altitude 294 m
  • Peak 294 m
  • Climb 169 m
  • Descent 219 m
(0)
Gennaio 16, 2019
Joe

DATI

Provincia: Varese
Partenza: Sesto Calende, stazione ferroviaria FS
Arrivo: Turbigo, stazione ferroviaria FNM
Distanza: 45 km
Dislivello: 290 m
Periodo consigliato: Tutto l’anno

INFO UTILI

Ristorante
via Garibaldi 56
Sondrio
Tel: 00000000

DESCRIZIONE

Straordinario itinerario tutto all’interno della zona boschiva del Parco del Ticino, il percorso proposto segue in larga parte il sentiero E1, che attraversa l’Europa da Capo Nord a Capo Passero (Sicilia) pagebreak per una lunghezza di circa 4.200 km.

L’E1 in alcune parti si sovrappone alla lunga pista ciclabile del Ticino (vedi itinerario TI01), per questo motivo l’itinerario presentato si discosta in alcuni punti dal percorso originale, seguendo altri sentieri segnalati all’interno del Parco, per permettere di realizzare anelli di diversa lunghezza e difficoltà.

Il primo tratto è in comune con l’Ipposidra (vedi itinerario TI04), questo tratto per il fondo sconnesso è adatto solo a Mountain Bike, consigliamo a chi possiede una bici ibrida di percorrere la ciclabile da Sesto Calende fino alla diga del Panperduto, da qui i sentieri sono percorribili anche con bici ibride.

L’itinerario, incrociando in più punti la ciclabile del Ticino, può essere accorciato a piacere, se si intende ritornare al punto di partenza lungo la ciclabile asfaltata occorre pedalare per altri 30 km.

N.B. Il trasporto biciclette è consentito su tutti i treni LeNORD (escluso Malpensa Express) nei giorni di sabato e festivi. Inoltre è consentito anche dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16 e dalle 20 a termine del servizio. Consultare gli orari della tratta interessata.

Raccomandazioni per tutti i ciclisti – Da non trascurare! 
Le tracce disponibili sul nostro sito sono rilevate dai nostri collaboratori, volontari e/o da persone esterne al nostro staff. Talvolta i percorsi sono digitalizzati, ovvero tracciati tramite sistemi informativi geografici su mappe digitali e foto aeree, sulla base di informazioni comunicate dagli escursionisti. Qualunque sia la tecnica di elaborazione, le tracce GPS possono contenere errori dovuti agli strumenti utilizzati, oppure alle modalità di rilevo o tracciatura. Inoltre le condizioni dei percorsi possono cambiare nel tempo anche in modo significativo, a causa della vegetazione, dell’innevamento, del dissesto idrogeologico, di lavori stradali, ecc. Quindi le tracce GPS devono essere considerate come un’informazione indicativa, esattamente come le informazioni contenute da una qualunque mappa topografica. In particolare le tracce vanno usate con la massima attenzione nei casi di scarsa visibilità e di condizioni atmosferiche avverse.

Invitiamo chiunque utilizzi le tracce pubblicate sul nostro sito a prestare la massima attenzione nell’utilizzo delle informazioni, l’utilizzo della bicicletta può essere un’attività pericolosa: verranno indicati passaggi che sono particolarmente esposti, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può causare danni irreversibili. Perciò non affidatevi agli strumenti GPS in modo acritico, perché è possibile che, senza che ne siamo a conoscenza, gli itinerari interessino proprietà private, o tratti potenzialmente pericolosi per la presenza di traffico veicolare o per i rischi di cadute accidentali (ad esempio canali privi di protezioni, tratti esposti in montagna, ecc.). Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di intraprendere qualsiasi tracciato. PercorsiBike declina ogni responsabilità per qualunque tipo di problema o incidente che dovesse accadere lungo i percorsi scaricabili dal sito.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica perché viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.